29 LUG, CATANZARO – L’ultima promozione del Catanzaro in Serie B. La stagione 2003-2004 verrà sempre ricordata sui Tre Colli come una cavalcata incredibile, iniziata con un ripescaggio in seguito all’ennesima delusione playoff e proseguita con i gol di Re Giorgio Corona, le giocate di Toledo e Ferrigno parte di un gruppo unito e coeso guidato magistralmente da mister Piero Braglia con calciatori come Pastore e Briano, Alfieri e De Simone, Ascoli e Morello. Tutto il percorso culminato in quel 16 maggio 2004 con l’esodo giallorosso sul neutro di Ascoli ed il successo per 2-1 contro il Chieti di Quagliarella. I gol di Toledo e di Corona.

Il giornalista e scrittore Ferdinando Capicotto ha raccontato quella magica annata del Catanzaro con il testo dal titolo “I miei eroi – Stagione calcistica 2003-2004 dell’US Catanzaro 1929”, edito La Rondine. Gare descritte minuziosamente, numeri di quel torneo vinto meritatamente dai giallorossi e le parole dei protagonisti. Un cammino iniziato con l’obiettivo di mantenere la categoria e, dopo un inizio altalenante, il derby con il Crotone vinto al “Ceravolo” per 3-2 fu una svolta perché da allora le Aquile fecero capirono di poter recitare un ruolo da protagonista. La stagione del gol da centrocampo di Fabrizio Ferrigno contro la Sambenedettese nel giorno di Sabato Santo.

Ferdinando Capicotto

Una lettura per piccoli e grandi, appassionati di calcio che fa riflettere su temi quali lo sport e la passione per la squadra del cuore. Il testo verrà presentato sabato 30 luglio 2022 alle ore 18:30 all’interno del Panta Festival nella location dello Zula Beach a Montauro. Il Festival di arte e cultura è giunto alla sua seconda edizione. A dialogare con l’autore ci saranno Giuseppe Ranieri e la giornalista Rosita Mercatante.

“Ringrazio gli organizzatori del Panta Festival ed il mio editore Gianluca Lucia per questa bellissima opportunità. Un sentito grazie anche alla giornalista Rosita Mercatante per cercare di essere sempre presente in queste occasioni. La nostra è un’amicizia che ci lega da anni. Ho scritto questo volume in pieno lockdown e ripercorrere quella fantastica stagione mi ha fatto più volte commuovere, ricordando alcuni episodi. Nonostante avessi 14 anni l’ho vissuta pienamente io che non tifo per squadre come Juventus, Inter o Milan ma il mio cuore appartiene solo ai colori giallorossi. Portare a termine questo progetto rappresenta un traguardo davvero sentito”, ha dichiarato l’autore Ferdinando Capicotto.