Venerdì nero con nubifragi e tempeste di vento

0
188
Un venerdì nero con nubifragi e tempeste di vento. E’ quanto conferma Antonio Sanò, fondatore del sito www.iLMeteo.it. Le piogge cadranno abbondanti ed intense, specie al Nord-Ovest e sulle coste tirreniche, i venti soffieranno fino a burrasca in prevalenza dai quadranti meridionali e onde di 6 metri sono previste sul Mar Ligure.
Mareggiate anche tra Liguria e Versilia, localmente su Sardegna, Basilicata e Puglia ionica. Dal pomeriggio il maltempo si sposterà leggermente verso Est, provocando piogge torrenziali specie su Lombardia, zone alpine e prealpine del Triveneto, Liguria di Levante e Toscana. Non sono esclusi fenomeni intensi in spostamento verso Umbria, Lazio e Sardegna, con qualche rovescio frequente e forte anche sul resto del Nord e localmente in Campania. All’estremo Sud le correnti meridionali, associate al ciclone, porteranno vento e caldo con picchi di 35 gradi in Sicilia e 33 gradi in Calabria. Farà molto caldo anche tra Romagna e Marche. Anche domani il tempo sarà diffusamente instabile seppur in parziale miglioramento: sono previste piogge forti su tutto il fianco tirrenico e su gran parte delle regioni del Sud. Nubifragi sono attesi sull’estremo Nord-Est, in particolare sul Friuli Venezia Giulia e sul fianco occidentale della Sardegna. Avremo ancora onde di 3-4 metri su Mar Ligure, Mar di Sardegna e Mar Ionio. Domenica, infine, assisteremo a un graduale miglioramento.
Nel dettaglio: – Venerdì 20. Al nord: piogge, temporali, nubifragi e vento forte. Al centro: forte maltempo sui settori tirrenici e sulla Sardegna. Al sud: in prevalenza soleggiato e caldo, ventoso sulle ioniche.
– Sabato 21. Al nord: molto instabile, maltempo sui monti lombardi. Al centro: piogge e temporali sparsi. Al sud: instabile su quasi tutte le regioni con vento e temporali, colpita fortemente la Campania.
– Domenica 22. Al nord: miglioramento con qualche residuo rovescio non escluso. Al centro: miglioramento con qualche residuo rovescio tra Lazio e Adriatiche. Al sud: parziale miglioramento con instabilità a tratti intensa sul basso Adriatico.