Fermato nel reggino. Non ha saputo spiegarne la provenienza.

 Un imprenditore 50enne, di origini campane, presidente di una società calcistica piemontese, è stato denunciato per ricettazione dai finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria dopo essere stato trovato in possesso di 200 mila euro in contanti di cui non ha saputo spiegare la provenienza. La somma di denaro è stata sequestrata.


    I finanzieri del Gruppo di Locri, durante un posto di controllo, hanno intimato l’alt ad un Suv con a bordo due persone. L’inspiegabile nervosismo dell’uomo ha indotto i militari a controllare l’auto. E’ stata così trovata una busta di generi alimentari con all’interno i 200 mila euro in banconote di diverso taglio. Vista l’entità della somma, il fatto che il denaro fosse nascosto e che l’imprenditore non è stato in grado di giustificarne la legittima provenienza, i finanzieri lo hanno denunciato.