A seguito del provvedimento del Presidente del Consiglio Comunale Rendaci che arbitrariamente decideva di escludere dall’ordine del giorno del Consiglio Comunale convocato per il 29 gennaio alcuni degli argomenti richiesti dai Consiglieri di minoranza Capocasale, Giaccari e Bonofiglio, questi inviavano un formale invito al sig. Prefetto affinchè, in ossequio ai poteri officiosi riconosciutigli dall’art. 39 T.U.E.L., in base al quale può sostituirsi agli Organi Comunali laddove violino le disposizioni poste a tutela delle prerogative dei Consiglieri richiedenti, chiarisse i limiti dei poteri del Presidente del Consiglio Comunale.
In data 02.02.2021 il Prefetto, con la comunicazione allegata, riscontrava la violazione delle prerogative dei Consiglieri di Minoranza confermando i limiti dell’intervento del Presidente del Consiglio al quale chiedeva “cortese, sollecito riscontro” in relazione a quanto richiesto.
In buona sostanza il Prefetto ha “invitato” il Presidente del Consiglio Comunale a rispettare le richieste dei Consiglieri di minoranza i quali si attendono adesso la pronta convocazione del Consiglio con all’ordine del giorno i punti ingiustamente omessi.

Francesco Capocasale

Antonio Giaccari

Fabio Bonofiglio