Il provvedimento del sindaco dopo il caso di una insegnante positiva

Sospese fino al prossimo 24 febbraio le lezioni in presenza nelle scuole del comune di Cerchiara di Calabria per sanificazione. Il sindaco, Antonio Carlomagno, è stato costretto a disporre la chiusura degli istituti in seguito alla positività al tampone rapido di una insegnante.

La signora ha perso il marito da pochi giorni in seguito a un malore dovuto a patologie pregresse. L’uomo è però risultato positivo al tampone “post mortem”. Da qui, l’intervento del sindaco Carlomagno sul suo profilo facebook.
    Il primo cittadino, dopo aver espresso il cordoglio dell’Amministrazione comunale e di tutta la comunità per la scomparsa dell’uomo, ha rivolto un appello ai “molti amici e parenti che hanno inteso manifestare di persona il proprio cordoglio di porsi in quarantena fiduciaria e procedere a distanza di una settimana a tampone nasofaringeo rapido’.
    Il primo cittadino ha annunciato, altresì, di essere “in costante contatto con le autorità sanitarie preposte per ottemperare alle disposizioni di legge e all’ approntamento dei tamponi molecolari per quanti sono e saranno posti in quarantena obbligatoria per l’emergenza venutasi a creare. Si ringraziano quanti volontariamente hanno manifestato volontà di collaborazione. Daremo prontamente qualsiasi informazione. Ci guida la responsabilità, la legge e soprattutto il rigore scientifico. Le chiacchiere valgono zero”.