Operazione di controllo dei carabinieri nella piana di Gioia Tauro

07 MAR, GIOIA TAURO – Oltre 13 chili di droga, armi e munizioni sono stati trovati dai carabinieri nel corso di una serie di controlli nelle zone preaspromontane della piana di Gioia Tauro dove la criminalità è solita occultare in fondi agricoli o abitazioni abbandonate materiale vario.
    In zone ricadenti tra i comuni di Palmi, Seminara e San Procopio, i militari dell’Arma territoriale insieme a quelli dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria” hanno rinvenuto all’interno di due ruderi abbandonati, occultato dentro un tubo, un contenitore con 260 munizioni cal.7,62 di presumibile produzione russa, una pistola priva di matricola e 350 munizioni per pistola e fucili di vario calibro. A San Procopio, invece, nei pressi del cimitero, è stato trovato un sacco con 7 chili di cocaina e 6 di marijuana.
    I carabinieri delle Stazioni di Gioia Tauro e San Ferdinando, poi, hanno riscontrato la presenza in area demaniale, nelle vicinanze del lungomare di Gioia Tauro, di diverse roulotte ed autovetture parcheggiate, che da un controllo più approfondito, sono state ricondotte a soggetti accampati da qualche giorno nella zona, molti dei quali risultati tra quelli che si erano allontanati lo scorso ottobre dall’area industriale di San Ferdinando a seguito dei controlli di polizia. Richiesta per molti di essi l’applicazione del foglio di via obbligatorio dal Comune di Gioia Tauro.