Francesco Garritano e Angelo Benvenuto

portano il Cinema nella Riviera dei Cedri

– con loro il candidato al David di Donatello, Emanuele Pisano –

Francesco Garritano

Nuovi orizzonti nel mondo del cinema arrivano dalla scena calabrese grazie a due talentuosi produttori nostrani che hanno deciso di investire le loro risorse in un progetto che vede protagonista la Calabria. Parliamo di Francesco Garritano e Angelo Benvenuto, giovani intraprendenti che hanno iniziato la carriera nella produzione cinematografica.

Esperto del settore con esperienza decennale sul campo e co-fondatore di una produzione con sede sulla costa tirrenica, Francesco Garritano, in qualità di co-produttore, ha partecipato alla realizzazione progettuale de “L’oro di famiglia”, film di Emanuele Pisano candidato al David di Donatello per il miglior cortometraggio dell’anno.

Dopo aver quindi contribuito alla creazione di uno dei migliori quattro corti del 2021, concorrendo al prestigioso premio cinematografico, l’ambitissimo “Oscar italiano”, giunto quest’anno alla sua 66iesima edizioneGarritano con il supporto del regista stesso, Emanuele Pisano, coinvolge un terzo elemento: il già noto fotografo santamariota Angelo Benvenuto, col quale iniziano a lavorare a un importante proposito.

Francesco ed Emanuele mi hanno coinvolto in questo significativo e notevole progetto: il cinema giova all’anima, alleggerendola ed elevandola allo stesso tempo, nonché influenza positivamente la società. Mi sento onorato di esserne parte attiva”, spiega Angelo Benvenuto.

na proficua collaborazione da cui nasce l’idea e la volontà condivisa di finanziare e produrre “The Sanctuary”, nuovissima sfida che stavolta vede Pisano firmare la regia di un documentario, dedicato a un santuario degli animali, con le musiche dei celebri compositori siculi Paolo Buonvino e Lele Gambera, attualmente in fase di post produzione.

Nel frattempo “L’oro di famiglia”, distribuito da Pathos Distribution e a poco più di un anno dalla sua prima proiezione, ha già messo in bacheca il premio “Rai Cinema Channel” all’Ortigia Film Festival,ricevendo inoltre più di 30 premi in festival nazionali ed internazionali ed è stato selezionato dalla Federazione Italiana Cinema d’Essai (FICE) per l’iniziativa “Cortometraggi che passione“.

Nel circuito dei cortometraggi, infatti, Emanuele Pisano ha raggiunto la notorietà e la maturità artistica, ottenendo numerosi riconoscimenti e circondandosi di validissimi collaboratori e professionisti del settore. Tra progetti in cantiere e lavori in fase di realizzazione, il suo sguardo è sempre proiettato al futuro, nel quale spiccano le personalità dei due giovani produttori calabresi.

L’ingegnoso trio Pisano/Garritano/Benvenuto si presenta da subito vincente e, determinato a perseguire l’obiettivo, mette a segno un grande risultato, aggiudicandosi un bando della Calabria Film Commission per la realizzazione di un cortometraggio che verrà interamente girato in Calabria, sulla Riviera dei Cedri.

Nasce così Gradiva Film, società la cui linea editoriale punta a innovare e migliorare quelle che sono le attuali dinamiche produttive e visive del nuovo cinema italiano: “Ho lavorato sodo per arrivare a questo punto ma questo è solo un punto di inizio. Un bel punto di inizio. Gradiva Film nasce a Roma ma ha origini del sud. Nonostante la società abbia sede nella Capitale, il mio intento è portare il cinema nel posto in cui sono nato, perché è una terra che si nutre sempre più di cultura, di arte e di emozioni”, sottolinea Francesco Garritano.

E in attesa del prossimo cortometraggio, che vede protagonista la Calabria, grazie al lavoro di questi tre ragazzi essa assume anche, forse per la prima volta, un decisivo ruolo nella storia del cinema.