ORSOMARSO: FARE REDDITO COL PATRIMONIO IDENTITARIO

CONTINUA TOUR ENTE NAZIONALE MICROCREDITO NEI TERRITORI

31 MAG, FAGNANO CASTELLO – Contribuire a frenare l’emigrazione delle nuove
generazioni dalla loro terra deve coincidere sempre di più col rafforzare la consapevolezza che si può e
deve costruire e condividere reddito, riscoprendo e investendo sulle straordinarie possibilità dei nostri
territori. Dobbiamo aiutare a far nascere e sviluppare attività d’impesa attorno ad un ricco patrimonio
identitario che per troppo tempo è stato sottovalutato. Su di esso possiamo invece riscrivere insieme lo
storytelling inedito di una regione competitiva sui mercati proprio per tutto ciò che la rende ancora
distintiva e inesplorata. Una sfida culturale e imprenditoriale che modelli di successo come Yes I Start Up
Calabria stanno aiutando in tantissimi ad ingaggiare e vincere.
È quanto ha ribadito l’assessore al Lavoro, Sviluppo economico, Attività Produttive e Turismo della Regione
Calabria Fausto Orsomarso intervenuto all’undicesima tappa itinerante di informazione e sensibilizzazione
sul progetto Yes I Start Up Calabria, promossa dall’Ente Nazionale Microcredito e ospitata nei giorni scorsi a
Fagnano Castello nel cui comune – è stata subito accolta la proposta dello stesso Orsomarso – sarà aperto
un punto informativo ad hoc sulle straordinarie opportunità di questi corsi di accompagnamento all’autoimpiego e all’auto-imprenditorialità.
All’iniziativa che ha fatto proprio il claim RITORNARE O RESTARE NELLA PROPRIA TERRA PER INNOVARE,
CRESCERE E CONDIVIDERE, coordinati dal comunicatore e lobbista Lenin Montesanto sono intervenuti
anche il Sindaco Giulio Tarsitano che nel ringraziare per l’attenzione dimostrata dagli organizzatori ha
sottolineato il valore aggiunto che percorsi virtuosi del genere determinano soprattutto per l’entroterra;
Orlando Barilaro responsabile dell’azienda Apicoltura Ape d’Oro e Giovanni Tripicchio dell’Associazione
Fagnanese tutela e valorizzazione del castagno che hanno evidenziato la enormi potenzialità di un territorio
montano sul quale può ripartire l’impresa distintiva di tanti giovani calabresi; e la responsabile di Nostos
Sviluppo (uno dei soggetti attuatori) Francesca Felice che ha ribadito la forza competitiva del metodo
adottato nei e per i corsi di Yes I Start Up, con l’accompagnamento costante dei partecipanti dalla
motivazione all’avvio dell’impresa fino alla rendicontazione dell’attività.
Grazie anche e soprattutto all’impegno, al sostegno ed alla sensibilità dell’assessore Orsomarso – ha
spiegato Antonello Rispoli, responsabile in Calabria dell’Ente Nazionale del Microcredito – abbiamo reso il
progetto Yes I Start Up Calabria accessibile anche ai giovani professionisti fino a 35 anni e per le donne e i
disoccupati senza limiti d’età. L’obiettivo condiviso con la Regione Calabria – ha aggiunto – era e resta
quello di non escludere nessuno rispetto alla propria idea di realizzare un sogno d’impresa, innovativo o
tradizionale. Non volevamo e non vogliamo mettere limiti alla fantasia ed alla voglia di fare impresa in
questa terra che c’è – ha concluso Rispoli – è importante, va stimolata e sostenuta, in tutti i territori.
Circa 900 Neet (persone non impegnate nello studio, né nel lavoro né nella formazione) che hanno
concluso il percorso formativo e 600 di loro che hanno richiesta di finanziamento, con un tasso di
approvazione dell’85%. Crescono di settimana in settimana i numeri di una bella ed apprezzata variante
regionale di un progetto nazionale, divenuta ormai per risultati record uno dei più importanti case history
nazionali di successo, in materia di strumenti di sostegno e promozione dell’auto-impiego, degli ultimi
decenni.