“Scalfarotto a Diamante per libro strage ’96 a Buonvicino”

“Negli scorsi giorni ho incontrato la giornalista Fabrizia Arcuri autrice del libro ‘Sangue del mio sangue’, scritto a quattro mani con il criminologo Sergio Caruso, che sarà presentato a Diamante alla presenza del sottosegretario al ministero dell’Interno, Ivan Scalfarotto”. Lo afferma, in un comunicato, il senatore Iv Ernesto Magorno “Il testo – aggiunge – parla di una nota vicenda, quella relativa alla strage di Buonvicino del 1996, una pagina di dolore per tutta la Calabria e, in particolare, per le comunità dell’alto Tirreno cosentino. I superstiti non hanno mai ricevuto né un risarcimento né un’adeguata assistenza psicologica. Il tema degli indennizzi delle vittime di violenza merita maggiore attenzione ed è per questo che ho presentato un’interrogazione parlamentare. Ai sensi dell’articolo 11 della legge 7 luglio 2016, n. 122, infatti, le vittime di reati violenti e i loro familiari possono fare richiesta di un indennizzo a carico dello Stato qualora, esperita l’azione esecutiva nei confronti dell’autore del reato, questi risulti insolvente con il suo patrimonio, oppure sia rimasto ignoto o ammesso al gratuito patrocinio”. “Si tratta di una misura importante – prosegue – , ma non sufficiente. Infatti le vittime di violenza subiscono conseguenze indicibili che vanno ben oltre il mero aspetto economico e che non hanno ancora trovato una risposta adeguata. A oggi, infatti, non esiste un Fondo di garanzia basato, ad esempio, sugli stessi principi di quello attualmente esistente per le vittime della strada; allo stesso tempo, però, è opportuno sapere se il governo intende incrementare le risorse destinate ai servizi di assistenza psicologica, sia attraverso il Fondo di garanzia di cui sopra sia con interventi volti a meglio strutturare e uniformare tali servizi sul territorio nazionale, coinvolgendo altresì le Regioni e coordinandone le azioni”.