CONF.A.I.L. – F.A.I.S.A

Federazione Autonoma Italiana Sindacati Autoferrofilotranvieri

Internavigatori – Autotrasportatori e Ausiliari del Traffico

COMUNICATO STAMPA

18 GIU, COSENZA – La scrivente O.S, in merito all’ultima nota,  prot. n° 15/2021, riguardante  la  regolarità dei passi carrabili e delle strisce bianche e blu dei parcheggi ci tiene a precisare alcuni punti.

La  normativa, di cui all’art. 44 del Decreto Legislativo n. 507/1993, definisce “passi carrabili”  le strutture di accesso alla strada delle rispettive proprietà.

I passi carrabili veri e propri, che occupano in modo permanente porzioni di suolo pubblico, necessitano di autorizzazione, sono soggetti al pagamento della Cosap,  il loro passaggio non può essere ostruito in alcun modo e comunque deve essere ben visibile il cartello “divieto di sosta” che non solo ne vieta la sosta ma sta ad indicare anche la  relativa autorizzazione e regolarità del passaggio.

Alla luce di quanto espresso, si chiede l’intervento degli organi preposti affinchè vengano effettuati i controlli relativi al pagamento dei passi carrabili privati, alla regolarità della segnaletica dovuta e al conseguente numero di concessioni assegnate.

Poiché il codice della strada, inoltre,  prescrive che l’esercizio del  parcheggio  a pagamento può essere istituito unicamente nel caso in cui  nelle vicinanze delle strisce blu  vi sia un’adeguata area di parcheggio gratuito, sarebbe opportuno verificare anche la giusta presenza delle strisce bianche (parcheggio gratuito).

Questa norma è stata confermata dalla circolare n. 1712, del 30 marzo 2012 dal Ministero delle Infrastrutture.

Si resta in attesa di un vostro celere riscontro.