La delinquenza colpisce in pieno giorno nel centro storico. Uno dei feriti è stato trasportato in ospedale a Cosenza a causa dei traumi subiti

26 LUG, CORIGLIANO ROSSANO (CS) – Nuova spedizione punitiva: è stata data alle fiamme un’Alfa Romeo 154, in uso a un noto pregiudicato rossanese, il quarantunenne G. S., a bordo insieme a due nipoti di 22 e 25 anni, di cui uno di questi alla guida. Il fatto è avvenuto in via San Bartolomeo, nel centro storico dell’area urbana di Rossano.

Un gesto criminale maturato all’interno di una guerra intestina. Gli investigatori del locale Commissariato di Pubblica sicurezza nelle adiacenze dell’autovettura incendiata, che poi di riflesso ha interessato anche una Fiat Punto che si trovava casualmente parcheggiata nelle vicinanze, hanno trovato due mazze utilizzate per la spedizione punitiva conclusasi poi con l’incendio dell’utilitaria.

Sembrerebbe che ci sia stata prima dell’esplosione un’aggressione nei confronti dei tre che si trovavano all’interno dell’Alfa Romeo 154

Uno dei due nipoti di G. S. ha subito la peggio nel pestaggio ed è stato poi trasportato dapprima presso il Pronto soccorso dell’ospedale spoke “Nicola Giannettasio” di Rossano e successivamente viste le sue condizioni di salute trasferito all’Annunziata di Cosenza.