RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Spett.le Presidente ATO Cosenza
E p.c Spett.le Assessore all’Ambiente Regione Calabria

Oggetto: diffida ATO Cosenza rifiuti

Con mio grosso rammarico oggi, ho preso atto che ATO Cosenza rifiuti
ha fallito…..e con essa, ognuno di noi ha fallito !!! Compito di un
sindaco, relativamente alla propria comunità, è far svolgere il
servizio di raccolta regolarmente, pagando, regolarmente, la ditta
appaltatrice e onorando, regolarmente, il debito per il conferimento in
discarica. Cosi è stato fatto a Carolei che non deve un centesimo a
nessuno….ma nonostante tutto, oggi ho ricevuto da Calabria Maceri una
missiva nella quale mi si comunica l’interruzione della raccolta
dell’RSU perché l’impianto non è più in grado di accettare
ulteriori conferimenti….si è avverata quindi la mia “profezia”
annunciata nel corso dell’ultima assemblea ATO “non siamo riusciti,
non riusciamo e non saremo in grado di affrontare l’emergenza
rifiuti”. La situazione appare ancora più grave se si tiene conto
della missiva dell’assessorato all’Ambiente del 27/07/2021 nella
quale si sottolinea che non è possibile, per affrontare l’emergenza
rifiuti, utilizzare la discarica di Crotone di proprietà della SOVRECO
spa per i seguenti motivi:
1. ai fini dell’omologa, i campioni di rifiuto da analizzare sono
stati inviati dai gestori degli impianti nella data del 23/07/2021;
2. il contratto di smaltimento per i rifiuti prodotti dall’impianto
di Corigliano-Rossano (a carico della Comunità d’Ambito di Cosenza)
non risulta ancora essere stato definito;
3. il contratto di smaltimento per i rifiuti prodotti dall’impianto
di Rende (a carico del gestore) è in corso di definizione;
4. la Comunità d’Ambito di Cosenza non ha ancora proposto alla
Sovieco S.p.A. il piano di rientro del debito per gli anni 2020 e 2021,
pari a euro 2,35 milioni di euro
Allora ricapitolando: il mio è un comune virtuoso che paga tutti e
tutto, ma non può scaricare a Crotone perché l’ATO COSENZA (di cui
il comune, che mi onoro di rappresentare, fa parte) non paga. Non
voglio fare populismo, ma la mia comunità non può sopportare tali
disservizi pur pagando…. e facendo sopportare ai miei cittadini
tariffe assurde per non avere un servizio che non verrà regolarmente
espletato.
E poi c’è il problema delle discariche e degli ecodistretti che
nessuno vuole (fino ad ora)…..eh si fino ad ora…..perchè il
“disegno” prevede che l’attuale disagio è il mezzo per
raggiungere un obiettivo che però è solo un ragionamento futuro e ne
discuteremo in seguito….probabilmente, ma è una mia supposizione, si
“risolverà” come per magia dopo le elezioni regionali.
Ad oggi però l’ATO rifiuti ha fallito….ogni anno ci troviamo a
dover affrontare una emergenza rifiuti che non riusciamo a
risolvere….sarebbe meglio essere e rimanere commissariati e, nello
stesso tempo, dimetterci. Azzerare tutto….questo dovremmo fare, come
ATO, nei confronti dei nostri concittadini.
Nel frattempo si diffida l’ATO Cosenza ad attivare tutte le
procedure al fine di far utilizzare le discariche e non creare
disservizi che potrebbero essere inquadrati anche come “interruzione
di pubblico servizio”.

Carolei, 29/07/2021
Il Sindaco