7.6 C
Cosenza
giovedì, Aprile 25, 2024
spot_img

Comitato Casa di Comunità Silana, esposto alla Corte dei Conti nei confronti del Comune di Spezzano della Sila e diffida Regione Calabria, Agenas e Asp di Cosenza

27 GIU, CAMIGLIATELLO SILANO (CS) –  A seguito della delibera di giunta del Comune di Spezzano Sila del 23 maggio 2022 nella quale l’ente ha manifestato la volontà di procedere all’acquisizione di un terreno a titolo oneroso, sito nel centro urbano di Spezzano Sila con il fine di realizzarvi la Casa di Comunità, il presidente del “Comitato per la Casa di comunità silana”, avvocato Francesco Caruso, ha presentato un formale atto di esposto nei confronti del Comune di Spezzano della Sila alla Procura regionale della Corte dei Conti ed alla sezione regionale di Controllo e diffidato Regione Calabria, Asp di Cosenza e Agenas a dare corretta e puntuale esecuzione al P.N.R.R e a non allocare le risorse per la realizzazione della Casa di Comunità nel centro urbano di Spezzano Sila.

Si sottolinea nell’esposto e nella diffida che realizzare la Casa di Comunità a Spezzano della Sila “centro” non solo significherebbe discriminare ingiustamente i cittadini dell’altopiano silano senza aggiungere nulla a quelli della presila, dove verrà realizzata la struttura di Casali del Manco, due km distante, ma è uno sperpero di denaro pubblico e che, quindi, la volontà del Comune di Spezzano della Sila è totalmente incompatibile con i principi regolatori dell’azione amministrativa ossia i principi di economicità, efficienza e imparzialità della pubblica amministrazione.

“L’intento del Comune di Spezzano della Sila di costruire ex novo la struttura su di un terreno di proprietà di un privato, da acquisire a titolo oneroso,“ si legge nell’esposto  “comporterebbe inevitabilmente uno spreco di denaro pubblico, un inutile sperpero di soldi laddove, a seguito di un bilanciamento di interessi e di circostanze, si dovrebbe preferire la soluzione meno dispendiosa, più efficace ed efficiente.” Al contrario “Utilizzare una struttura che è già di proprietà dell’Azienda Sanitaria Provinciale, che rispetta i requisiti imposti, che è situata a Camigliatello Silano, frazione di Spezzano Sila, località da considerarsi nevralgica per tutte le realtà rurali limitrofe, allo sbocco di una strada provinciale molto frequentata, sarebbe oltre che la scelta più efficace anche più efficiente.”

E, si sottolinea: “Non si comprende, infatti, la logica di una tale deliberazione sulla base della quale si preferisce affrontare una cospicua spesa per una nuova costruzione, a discapito anche delle esigenze di celerità dell’intervento, piuttosto che utilizzare una struttura già esistente e di proprietà dell’Asp (si ripete: con nota prot. n. 540169 del 15 dicembre 2021, il Dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria ha fatto esplicita richiesta alle cinque Aziende sanitarie provinciali del Servizio sanitario regionale di individuare e proporre i siti idonei per la realizzazione dei sopra citati interventi, da rinvenire tra gli edifici pubblici, di proprietà o comunque nella disponibilità dell’Azienda, da destinare alle suddette finalità”.

Leggi Anche

Stay Connected

3,912FollowerSegui
21,600IscrittiIscriviti
- Advertisement -spot_img

In Primo Piano