Polemica Università CS-CZ: Fiorita, Occhiuto firmi intesa su Azienda Dulbecco

0
146

“Riscontro alcune aperture nella posizione espressa dal presidente Occhiuto sulla questione della Facoltà di medicina. Ma se davvero il Governatore punta a rafforzare l’Umg e la sua Scuola di Medicina, non si capisce perché non abbia ancora firmato il protocollo d’intesa Regione-Università per dare vita all’Azienda unica universitario-ospedaliera ‘Renato Dulbecco’”. E’ quanto afferma, in una nota, il sindaco di Catanzaro Nicola Fiorita. “La nascitura azienda, forte dei suoi 885 posti letto, di un secondo pronto soccorso e di un Irccs per la medicina di precisione – aggiunge Fiorita – irrobustirebbe la Facoltà di medicina, fornendo agli studenti e ai ricercatori gli spazi, le risorse e le tecnologie per un’alta qualità formativa. La ‘Dulbecco’ diventerebbe così il principale polo sanitario della Calabria e renderebbe ancora più inutile la duplicazione della Facoltà di medicina a Cosenza dove, peraltro, non esiste un Policlinico di riferimento e l’ospedale dell’Annunziata non sembra in grado, per i suoi gravi problemi logistici, di supportare un’attività didattica e formativa così importante. Se davvero il presidente Occhiuto ha a cuore la Facoltà di medicina di Catanzaro, non abbia esitazioni nel firmare il protocollo d’intesa, anche perché il termine di un anno fissato dalla legge regionale sull’ Azienda unica è già stato superato. Ma anche questo non basta. La nuova Azienda ‘Dulbecco’ ha bisogno di più spazi e crediamo che la somma destinata dalla Regione al ‘nuovo ospedale di Catanzaro’ appaia insufficiente e sicuramente molto inferiore a quella destinata al ‘nuovo ospedale di Cosenza’, parliamo di ben 500 milioni di euro”. “Quanto al poderoso piano di investimenti per le Scuole di specializzazione dell’Umg, annunciato dal presidente Occhiuto – sostiene ancora il sindaco di Catanzaro – attendiamo ovviamente di conoscerne i dettagli e gli importi. Rispetto alla decisione adottata dal Coruc, la nostra posizione non cambia. Noi riteniamo sbagliata, inutile e giuridicamente discutibile l’istituzione della seconda Facoltà di medicina all’Unical e la contrasteremo in tutte le sedi. Solo a bocce ferme, si potrà discutere di un nuovo assetto del sistema universitario calabrese che non dovrà vedere, e in questo siamo d’accordo con il presidente Occhiuto, rendite di posizione”.