7.6 C
Cosenza
giovedì, Aprile 25, 2024
spot_img

‘Ndrangheta. Sequestrati dalla Dia, beni per 500 mila euro a imprenditore

La Direzione investigativa antimafia, ha eseguito un provvedimento di sequestro, emesso dal Tribunale di Reggio Calabria, nei confronti di un imprenditore esercente l’attività di commercio al minuto di abbigliamento, allo stato detenuto.

L’imprenditore, già condannato per estorsione aggravata e partecipazione ad associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, è ritenuto vicino ad un sodalizio ‘ndranghetistico per lo più attivo nel territorio compreso tra Campora San Giovanni e Fiumefreddo Bruzio nel Cosentino.

Il destinatario del provvedimento, viene descritto negli atti d’inchiesta del 2007 come “imprenditore con rilevanti interessi economici nel territorio del basso Cosentino e soggetto di notevole importanza nell’ambito della consorteria criminale” e nel 2018, invece, è emerso il suo coinvolgimento nell’ambito delle operazioni di importazione di stupefacente dal Venezuela.

Gli accertamenti eseguiti dalla Direzione investigativa antimafia, inoltre, hanno fatto emergere una rilevante sproporzione tra i beni nella sua disponibilità ed i redditi dichiarati dal proposto, nonché sufficienti indizi per ritenere gli stessi di origine illecita. Con l’odierno provvedimento sono stati sottoposti a sequestro una villa con piscina e garage nonché un reliquato di area urbana siti ad Amantea del valore complessivo di circa 500mila euro.

Leggi Anche

Stay Connected

3,912FollowerSegui
21,600IscrittiIscriviti
- Advertisement -spot_img

In Primo Piano