Presentato il progetto del Delfino, “Mendicino Legge. La lettura che disSeta”

Sono state presentate le attività realizzate dal centro di solidarietà “Il Delfino” nell’ambito del progetto “Mendicino Legge"

0
204

MENDICINO – Si è tenuto nella biblioteca comunale “P. Pasolini” l’incontro, “Il filo migrante: con le parole raccontiamo il modo”, all’interno del quale sono state presentate le attività realizzate dal centro di solidarietà “Il Delfino” nell’ambito del progetto “Mendicino Legge. La lettura che disSeta”, promosso dal Comune di Mendicino in collaborazione con l’Aps “Maschere e volto”. Nel corso dell’incontro il presidente del Centro di solidarietà il Delfino, Renato Caforio che ha sottolineato l’importanza della sinergia territoriale tra le diverse associazioni della comunità.

Tra le fautrici del laboratorio civico, la responsabile della struttura del progetto Sai per minori del comune di Mendicino, Cettina Santangelo ha illustrato le attività realizzate insieme con i beneficiari, tra le quali la realizzazione della sezione multiculturale della biblioteca che potrà contare su oltre cento testi che spaziano dai temi delle migrazioni alla letteratura occidentale in lingua originale, testi di autori africani e del continente asiatico e testi di letteratura per bambini.

All’evento erano anche presenti il presidente dell’associazione “Maschere e volto” Luigi Gaudio e la scrittrice Katya Maugeri che ha condotto il laboratorio di lettura insieme con i minori del progetto Sai. Durante la manifestazione è stato letto l’elaborato finale del laboratorio “A cuore aperto. Quel viaggio chiamato vita”, a cura di katya Maugeri con il contributo dei minori stranieri non accompagnati del progetto Sai del Comune di Mendicino.