In arrivo piogge e venti tiepidi con raffiche fino a 80 km/h

0
213

Due perturbazioni in arrivo sull’Italia. Antonio Sanò, fondatore del sito www.iLMeteo.it comunica che almeno fino all’ultimo weekend di ottobre, il Paese sarà raggiunto da due perturbazioni con venti piuttosto sostenuti. Il tempo comincerà a peggiorare già nelle prossime ore quando si avvicinerà la prima perturbazione, la più forte. Oggi cielo coperto in Piemonte con qualche piovasco, ma nel pomeriggio il tempo peggiorerà via via più fortemente in Liguria e verso sera le piogge su tutto il Nordovest. Sole altrove. Martedì perturbazione al Nord ed entro sera anche sul Centro tirrenico, come Toscana e Lazio. Le precipitazioni potranno risultare anche abbondanti e sotto forma di nubifragio, specie in Liguria, Toscana, settori alpini e prealpini e sul Lazio. Si rinforzano i venti meridionali con raffiche fino a 70 km/h. Mercoledì piuttosto instabile, soprattutto su Triveneto e settore centro-meridionale e con venti tesi di Libeccio (raffiche fino a 80-90 km/h), da giovedì arriverà la seconda perturbazione. Dopo una prima parte del giorno piuttosto stabile, il tempo peggiorerà dalle Alpi verso le zone pianeggianti settentrionali e sulla Toscana. Questa perturbazione raggiungerà il Sud venerdì. Le temperature si comporteranno in base al tempo e al vento: con piogge e venti meridionali aumenteranno, altrimenti scenderanno. Nei primi giorni della settimana lo Scirocco sarà quasi prevalente, i valori massimi torneranno estivi anche con picchi di 30°C al Sud e sul versante adriatico centrale. Nel dettaglio Lunedì 23. Al Nord: peggiora gradualmente al Nordovest. Al centro: in prevalenza soleggiato. Al Sud: soleggiato e caldo. Martedì 24. Al Nord: maltempo. Al centro: peggiora dalla Toscana verso Umbria e Lazio entro sera. Al Sud: nubi sparse, clima anche estivo. Mercoledì 25. Al Nord: instabile sul Triveneto. Al centro: spiccatamente instabile su Umbria, Toscana e Lazio. Al Sud: peggiora, soprattutto in Campania. Tendenza: nuova perturbazione giovedì pomeriggio, poi possibile aumento della pressione.