Regione: concluso Consiglio, completato ordine dei lavori

0
142

Il Consiglio regionale ha completato l’ordine dei lavori odierni dedicando l’ultima parte della seduta allo svolgimento del “question time”, con l’iilustrazione di interrogazioni da parte dei singoli consiglieri.
In precedenza l’Assemblea aveva licenziato la proposta di legge recante interventi normativi di alcune leggi regionali sottoscritta dai consiglieri Michele Comito (PI), Giacomo Pietro Crino (CdL), Prancesco De Nisi (Coraggio Italia), Giuseppe Graziano (Udc), Giuseppe Gelardi (Lega Salvini) e Giuseppe Neri (FdI).
Una proposta che è stata duramente criticata dai banchi dell’opposizione. Il capogruppo del PD, Mimmo Bevacqua, ha espresso il proprio “imbarazzo rispetto all ‘approssimazione ed alla superficialità – ha detto – esercita la propria funzione legislativa”. Analoghe considerazioni sono venute dal con cui la maggioranza capogruppo M5S Davide Tavernise, 11 quale, pur concordando “sul fatto che si sta lavorando alacremente”, ha sollevato la questione relativa a “molte altre proposte, costo zero tempo in agenda, che però – ha detto non sono mai state calendarizzate per essere discusse Raffaele Mammoliti (PD) ha sottolineato prerogative del Consigliere regionale, “un aspetto di natura politica che riguarda – ha detto – le funzioni e le provvedimenti in Commissione Bilancio” soprattutto quando non viene rispettato il necessario passaggio di molti. Sul punto, per la maggioranza, è intervenuto il presidente del Consiglio, Filippo Mancuso, il quale ha ricordato che
“si sta lavorando al superamento di alcune prerogative dei consiglieri, annullando, tra l’altro, l’inserimento dei provvedimenti durante i lavori dell’Assemblea”
L’Aula ha anche approvato le mozioni, inserite nel corso della seduta, relative, la prima, alla “Diffusione delle tecniche salvavita: disostruzione delle vie aeree”, proposta dal consigliere Ernesto Alecci (PD) e, la seconda, sulle “Azioni da adottare per contrastare il preoccupante fenomeno della violenza di genere e per l’istituzione di un percorso di tutela per le vittime di violenza e per i loro figli”, presentata ed illustrata da Pasqualina Straface, di Forza Italia. E’ stata rinviata, invece, la trattazione della mozione riguardante il “Documento Zero o pass sanitario mondiale.