Salvini, sul ponte dello Stretto le sovrintendenze aiutino

0
170

“Ne ho già parlato più di una volta con il ministro competente, le sovrintendenze devono aiutare a fare le cose, non a bloccare, rallentare e complicare le cose”.
Lo afferma il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, all’assemblea nazionale dell’Anci a Genova, parlando del Ponte sullo Stretto di Messina.
“Se deve arrivare uno da Milano, che fa il segretario della Lega, dopo 52 anni a fare il ponte tra Sicilia, Calabria ed Europa, per me è motivo di vanto”, dichiara Salvini indicando ancora una volta l’obiettivo “di aprire i cantieri entro l’estate 2024”. “C’è l’accordo – aggiunge degli enti locali, delle Regioni, delle categorie produttive, degli agricoltrori, dei commercianti, degli imprenditori, degli studenti, delle università. E’ chiaro che velocizza e toglie CO2 dall’aria, spero che non ci siano i professionisti del no in servizio continuativo”.