Nuovi contagi in lieve calo (+166), tre decessi in più.

 Diminuiscono i nuovi positivi in Calabria. Sono 166 i contagi riscontrati nelle ultime 24 ore (ieri erano 195), con 2.608 tamponi eseguiti e 2.485 soggetti testati.

Tre i nuovi decessi che portano il totale delle vittime dall’inizio della pandemia a 599. I ricoveri nei reparti di area medica scendono di 12 unità (264) mentre quelli in terapia intensiva aumentano di tre (24).
    Il dato più alto nei contagi del giorno è appannaggio della provincia di Reggio Calabria con 89, seguita da Cosenza (43); più staccate Catanzaro con 16, Vibo Valentia (12) e Crotone (6).
    Aumenta, anche se non di tantissimo, la percentuale (72,1) delle vaccinazioni nella regione. Sono 45.182, su un totale di 62.680 disponibili, le dosi attualmente somministrate. E’ di ieri, intanto, la distribuzione delle prime oltre duemila fiale del vaccino messo a punto dalla società Moderna (2.100 per l’esattezza), che si aggiungono a quelle di Pfizer-Bionthec. Le dosi sono andate in quote uguali agli ospedali di Castrovillari, Lamezia Terme e Melito Porto Salvo. Altre ne seguiranno nei prossimi giorni da distribuire in altri presidi ospedalieri della regione.
    A Cinquefrondi nella Piana di Gioia Tauro quattro bambini che frequentano un asilo della cittadina e due loro maestre sono risultati positivi al Covid 19. A seguito della notifica, il sindaco Michele Conia ha disposto di la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado fino al 13 di febbraio. “Abbiamo scelto questa soluzione – ha detto – a salvaguardia di tutti gli scolari della comunità”.
    Le Rsa continuano a rappresentare uno degli anelli deboli del contrasto alla pandemia. E0′ il caso di Casa Serena a Cassano allo Jonio dove si registra il decesso di un’ospite di 99 anni.
    La donna, che è morta nell’ospedale di Cosenza, dove era stata ricoverata era tra le persone risultate positive al tampone molecolare.