L’ Associazione Brutia Commercianti si ritrova, ancora una volta, a denunciare lo stato di totale abbandono della Stazione autolinee di Cosenza. Nulla, infatti,  sembra essere cambiato da quando, nell’ ottobre del 2020, il responsabile delle  Ferrovie della Calabria,  in sede comunale, dichiarò che avrebbe  effettuato i vari ripristini entro 30 giorni. Per quello che possiamo vedere, a distanza di 5 mesi, nulla è cambiato! L’impianto elettrico  è rimasto fatiscente, la sala d’attesa inutilizzabile e inutilizzata, le opere  murarie, che dovevano  essere eseguite, non hanno trovato  seguito e la situazione sta peggiorando, con il rischio concreto di creare anche danni a chi pratica l’ autolinea sia per chi viaggia e sia per chi è di passaggio. Il parcheggio rimane chiuso  mentre, l’impianto di videosorveglianza , per quello che possiamo vedere, è anch’esso, seppur montato, non funzionante. Ancora una volta, preghiamo gli organi di competenza, di porre rimedio a questa situazione, che diventa sempre più pesante e  costituisce un grave pericolo per chi gravita nell’area. Ricordiamo inoltre che, questo sito, è vitale per il collegamento della città alle decine di comuni limitrofi, gli abitanti degli stessi, infatti,  sono costretti a venire nel centro cittadino per poter usufruire di tutti  i servizi pubblici che sono, appunto, dislocati in città. 


Il Presidente dell’Associazione brutia commercianti Mastrandrea Luigi