Anche per Pasqua le Pro Loco non si fermano e continuano il loro lavoro di conoscenza e tutale del patrimonio culturale e immateriale. Ogni borgo conserva, tramanda e rivivere tradizioni, riti e funzioni che durante la Settimana Santa ancora coinvolgono intere comunità. Anche quest’anno le restrizioni a causa della pandemia Covid-19 non permette lo svolgimento di quei rituali che commemorano la morte e resurrezione di Cristo; tra sacro e profano, la realizzazione e manifestazione di quei riti anima interi territori e alcuni per storia ed eccezionalità richiamano molti visitatori e hanno un eco mediatico importante.

Molte le Pro Loco impegnate, nel rispetto delle vigenti normative, in gesti di solidarietà come la distribuzione delle derrate alimentari per le famiglie disagiate, percorso rientrante nel tavolo contro la povertà che nella provincia di Cosenza ha raggiunto circa il 35%, di Uova di Pasqua ai più piccoli o la preparazione di dolci tipici che vengono distribuiti alle famiglie con l’augurio di una serena Pasqua. A questi si aggiungerà il percorso definito pacchetto salute e pacchetto economia che riguarda l’istituzione di un gruppo di acquisto economia solidale, di diverse convenzioni con strutture sanitarie e dispositivi di protezione individuale, convenzioni con le imprese dei territori e un proficuo coinvolgimento nelle varie procedure di sostegno (bandi provinciali, regionali e nazionali).

L’Unpli Cosenza, quindi, continua il suo lavoro di promozione dei territori e di impegno sociale tramite l’utilizzo dei canali web e social, “La Settimana Santa vista dalle nostre Pro Loco” è l’evento online attraverso il quale si è inteso ricordare e condividere le tradizioni pasquali, dai riti ai piatti tipici. Un video spot con le rappresentazioni più significative degli scorsi anni fa da cornice all’iniziativa.

Il Presidente Provinciale e Consigliere Nazionale UNPLI, Antonello Grosso La Valle “In questo momento della storia in cui viviamo una grave difficoltà legata alle restrizioni è fondamentale reagire ai momenti negativi e quindi superare il concetto dell’individualità, del singolo, verso una felicità condivisa. Vivere nella solidarietà e nella collaborazione attraverso la cultura sociale, istituzionale, economica nel suo complesso e soprattutto con azioni che rispecchiano determinati valori è fondamentale per superare momenti come quello che stiamo vivendo ed imprimere una rinascita reale, così come la Pasqua ci insegna. Con questo messaggio vi giungano gli auguri personali e di tutta l’Unpli provinciale di una Buona Pasqua”.