La scrivente O.S., della Confail – Faisa Calabria, esprime soddisfazione in merito alla sottoscrizione del Protocollo Nazionale per la realizzazione dei piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione. I lavoratori del Tpl Calabrese, settore oggetto della presente, non si sono mai fermati durante la pandemia e continuano a prestare servizio con un rischio elevato di trasmissione di contagio in quanto personale di bordo treni, conducenti di autobus e in generale tutto il personale viaggiante e personale di terra, lavorano a stretto contatto con gli utenti e spesso in ambienti ristretti. Il 6 aprile c.a. è stato sottoscritto il Protocollo Nazionale su invito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e il Ministro della Salute, per la realizzazione dei piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione anti SARS-COV-2/ Covid-19 nei luoghi di lavoro.

La diffusione dei vaccini su tutto il territorio nazionale, da ritenere come la soluzione alla lotta contro il virus e alla diffusione della pandemia, assieme all’effettiva disponibilità degli stessi, assume un ruolo determinante anche per la ripresa delle attività sociali e lavorative in piena sicurezza.

E’ per questo che restiamo molto attenti alla situazione vaccinale che comunque in tutto il territorio Nazionale e soprattutto nella nostra Regione la somministrazione va ancora a rilento.

Alla luce di quanto espresso, ci rivolgiamo ancora una volta al f.f. Presidente della Regione Calabria ed al Commissario della sanità Calabrese al fine di avviare il più rapidamente possibile le procedure per l’attuazione del processo di somministrazione dei vaccini anti SARS-COV-2 alle lavoratrici e ai lavoratori del Tpl della Calabria.