05 MAG, CARIATI – Riorganizzazione degli screening oncologici sul
territorio provinciale, reinserire il Vittorio Cosentino nella rete dei presidi che offrono la
possibilità di promuovere attività di prevenzione per quanto riguarda i tumori al seno, al
colon retto e alla cervice uterina. La struttura ospedaliera di Cariati è rimasta esclusa
dalla delibera approvata dall’Asp ad aprile. – Centro vaccinale, preoccupano i ritardi ed i
tempi di somministrazione dei vaccini anti-covid. L’auspicio è che si possano accelerare
le attività di somministrazione, aumentando le dosi in dotazione, anche in vista
dell’imminente stagione estiva e consentire la ripresa sociale ed economica.

È quanto ha chiesto il Sindaco Filomena Greco al commissario ad acta per l’Asp di Cosenza Vincenzo
La Regina al Sindaco nel corso dell’incontro richiesto dallo stesso Primo Cittadino e tenutosi ieri
(martedì 4) nella sede di Cosenza. La Regina, per entrambe le questioni, si è reso disponibile a
verificarne la fattibilità.

L’intero hinterland – ha fatto presente il Sindaco – ha tutti i numeri per poter pretendere che un
servizio di prevenzione importante come quello dello screening oncologico venga garantito anche sul
territorio. Reinserire il Cosentino in questa rete è fondamentale, soprattutto in un momento così
delicato e difficile come quello della pandemia che aggrava ulteriormente la situazione già
emergenziale subita dalla sanità territoriale.

Proficuo e cordiale, alla presenza dell’assessore alla sanità Maria Elena Ciccopiedi, nel corso del
colloquio sono state ribadite le criticità esistenti che richiedono interventi celeri, così come già esposto
in occasione della visita a Cariati del Commissario La Regina. Quest’ultimo ha informato gli
amministratori di aver avviato tutte le procedure per consentire la dotazione degli strumenti richiesti,
come nel caso dell’ecografo per cardiologia e delle unità di personale medico e paramedico mancanti
in diversi servizi.