Produzione illecita di sostanze stupefacenti. Questa l’accusa con cui i carabinieri, a Bovalino, hanno arrestato un 26enne e un 31enne, al termine di un controllo effettuato dai militari della stazione di Bovalino insieme allo squadrone eliportato Cacciatori della Calabria nel corso del quale sono state scoperte tre piantagioni di canapa. Secondo quanto si è appreso, durante un rastrellamento in località “Pozzo” e “Maso Lombardo”, in area e boschiva, i carabinieri hanno trovato, in terreni demaniali privi di recinzione e accessibili a chiunque, nascoste tra la fitta vegetazione, le piantagioni costituite da circa 1500 piante sia di canapa indiana che della variante nana, la cui irrigazione era consentita da un articolato sistema a “goccia”. Gli arrestati, ad esito delle formalità di rito, sono stati accompagnati presso la propria abitazione, in regime degli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.