Il primo appuntamento della tre giorni “Donne fra le stelle”, simposio scientifico internazionale sulle scienze aerospaziali, si è aperto con un messaggio di cordoglio e un minuto di silenzio per la grave perdita subita dalla comunità di Fiumefreddo Bruzio con il decesso di Nicola Molinaro di 26 anni. “Gli Organizzatori e lo Staff dell’evento internazionale culturale e formativo “Space Adventure Experience” – è il messaggio letto da Riccardo Mei, che ha condotto la serata – con rincrescimento ed amarezza partecipano al grande dolore della famiglia Molinaro per la prematura scomparsa dell’amato figlio Nicola, valente giovane che, nella Sua breve esistenza, si è imposto per serietà, dedizione e rispetto verso il prossimo. Giunga ai familiari il nostro saluto deferente ed affettuoso ed il nostro abbraccio caloroso e solidale”.
Dopo il minuto di silenzio, è intervenuta tramite zoom Carolyn Porco, professoressa associata presso Berkeley University, già ricercatore senior presso l’University of Colorado e consulente Nasa, a cui è stata conferita la cittadinanza onoraria di Fiumefreddo Bruzio.
La scienziata è infatti originaria di questa ridente località tirrenica ed è stata il capo missione della Sonda “Cassini” su Saturno. E’ la più grande esperta degli anelli di Saturno a livello mondiale. Ha detto che sin da bambina è sempre stata interessata alla scienza e, quando nel ‘62, Kennedy disse che gli Usa sarebbero andati sulla luna,per lei è stato il coronamento di un sogno. I sogni che hanno caratterizzato la sua vita sin da adolescente, cominciavano a divenire realtà. Carolyn Porco si è detta molto onorata di essere stata scelta tra numerose candidate come responsabile della missione Cassini. L’esperta, responsabile delle immagini che giungono dallo spazio, ha parlato delle scoperte che riguardano Saturno e i suoi anelli, nonché della ricerca di vita extraterrestre.
Hanno preso la parola all’inaugurazione dell’evento di Piazza Europa, Dante Fortunato, project manager di Space Adventure Experience; Alessandra Porto, organizzatrice e responsabile incoming e logistica; Luigi Del Marchesato dell’associazione socio culturale FiumArt, fra gli organizzatori del simposio ; Pino Zappalà, direttore della mostra Space Adventure in partenza il prossimo 10 luglio al Castello della Valle.
A conferire la cittadinanza onoraria alla scienziata in collegamento, il sindaco Fortunato Rosario Barone, il quale ha consegnato la targa a Italo Porto, parente prossimo fiumefreddese di Porco.
Presenti anche numerose autorità civili, religiose e militari, tra cui sindaci e amministratori di vari Comuni tirrenici.
Durante i lavori è stata consegnata una targa in memoria di Rossella Panarese, giornalista della redazione di Radio3 Scienza, deceduta lo scorso febbraio. A ritirare il riconoscimento è stato Marco Motta, collega della giornalista scomparsa, la quale sarebbe dovuta essere presente alla serata. Intervenuto anche Stelvio Marini, marito di Rossella Panarese, che ha ringraziato tutti per l’affetto, testimoniando l’amore della compianta moglie per la Calabria.
L’artista Antonio Oliva ha invece omaggiato Samantha Cristoforetti, astronauta, aviatrice e ingegnera prima donna in Europa al comando della Stazione Spaziale Internazionale, con un’opera da lui realizzata: un selfie scattato dalla scienziata postato su facebook. “E’ un esempio di emancipazione femminile, Samantha Cristoforetti”, ha detto l’artista. “C’è bisogno di miti da seguire. E lei è un mito”, ha concluso”.
Pino Zappalà, ha parlato delle esperienze interattive, “in senso strettamente fisico”, che si potranno vivere grazie ai simulatori che verranno installati nel borgo antico.“I sogni si possono coltivare e si possono realizzare”, ha detto Zappalà, spiegando che sarà anche possibile ammirare un “pezzo di pietra lunare” e tanti “effetti speciali”. Un evento, la mostra, che darà certamente risposte ad alcune domande: “Perché andiamo nello spazio? A cosa serve?” Zappalà ha poi ricordato che si organizzeranno momenti formativi con scuole di ogni ordine e grado, rivolti a studenti che studiano materie affini. Questi ragazzi, questi studenti – alcuni presentati durante la serata – “saranno i nostri piloti, le nostre guide”, ha detto Zappalà.
Donne sotto le stelle” si protrarrà fino a giorno 27 giugno, e rientra nell’evento internazionale Space Adventure Experience, che prevede anche la mostra “Space Adventure”, che avrà luogo dal 10 luglio al 31 ottobre. E poi workshop e osservazioni astronomiche nel periodo estivo, rivolto a grandi e piccini, ma anche alle scuole calabresi, come programmato per il prossimo autunno.
Piero Angela, divulgatore scientifico, giornalista, conduttore televisivo e saggista, farà parte del Comitato Scientifico.