Videochiamata erotica diventa un’estorsione, una denuncia

0
279

La videochiamata erotica si trasforma in un’estorsione per un 30enne di Fabriano (Ancona) che è stato ricattato da un sudamericano 38enne. Soldi in cambio della cancellazione del video. Il giovane ha pagato i 300 euro richiesti dall’estorsore. Ma poi ha denunciato l’accaduto ai carabinieri della Compagnia cittadina, agli ordini del capitano Mirco Marcucci. I quali, dopo una meticolosa indagine, sono riusciti a risalire al responsabile e a denunciarlo per estorsione. L’uomo è residente in Calabria. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, che hanno effettuato anche indagini informatiche, il 30enne di Fabriano ha effettuato una videochiamata. Dall’altra parte del cellulare, però, a sua insaputa, è stato ripreso in atteggiamenti intimi. Quella che pensava rimanesse una conversazione erotica privata, in realtà non lo era. Poco dopo, infatti, chi aveva registrato quei momenti intimi ha richiamato il giovane fabrianese per chiedergli 300 euro per evitare che quelle immagini diventassero pubbliche. Lui ha pagato, ma è andato subito dai carabinieri.