Fuscaldo. Rosaria Succurro va all’Itis e annuncia la ricostruzione della scuola e della palestra

Abbiamo trovato le risorse per realizzare un nuovo edificio scolastico al posto di quello esistente, che verrà demolito

0
219

FUSCALDO – «Dopo un’attesa di sette lunghi anni, la comunità di Fuscaldo ha la certezza che l’edificio del locale Istituto tecnico industriale verrà ricostruito di sana pianta insieme all’annessa palestra». Lo rende noto il presidente della Provincia di Cosenza, Rosaria Succurro, che nella mattinata di mercoledì 8 febbraio ha visitato l’Istituto tecnico in questione insieme al sindaco di Fuscaldo, Giacomo Middea, e incontrato la dirigenza, i docenti, tutto il personale e gli studenti della stessa scuola. «Abbiamo trovato le risorse – spiega il presidente Succurro – per realizzare un nuovo edificio scolastico al posto di quello esistente, che verrà demolito. Si tratta di un finanziamento di quasi quattro milioni per rifare da capo la struttura scolastica e di un secondo di oltre un milione e 700mila euro per edificare la nuova palestra, che sostituirà l’attuale, di cui è prevista la demolizione. La Provincia di Cosenza parteciperà con proprie risorse per circa un milione di euro, somma ricavata da economie che residuano da mutui della Cassa depositi e prestiti». «L’istruzione, la formazione e l’educazione delle nuove generazioni – prosegue Succurro – sono indispensabili per costruire una società ed un futuro migliori. Perciò, come Provincia di Cosenza continuiamo a lavorare senza sosta per garantire ai ragazzi scuole sicure, accoglienti e moderne, al fine di contribuire ai bisogni educativi e didattici degli studenti, che meritano la massima considerazione e spazi adeguati allo studio e all’acquisizione di saperi e competenze per la vita. Siamo riusciti ad abbreviare l’iter burocratico e a rispettare gli impegni già assunti con i rappresentanti degli alunni, dei genitori e del Consiglio di questo importante ed enorme istituto scolastico di Fuscaldo, che vanta una reputazione e una tradizione di grande rilievo. Fino a quando avrò l’onore di guidare la Provincia di Cosenza, punterò soprattutto – conclude il presidente Succurro – sui giovani, investendo il più possibile sulla loro formazione, che è una garanzia per il progresso culturale, economico e sociale della nostra bellissima terra».