Sanità: ospedale Locri, confronto in Regione con Occhiuto

0
169

“Importante confronto a Catanzaro, nella Cittadella regionale, sulla situazione dell’ospedale della Locride dove il presidente della Regione, Roberto Occhiuto, l’assessore al Lavoro e alla Formazione professionale, Giovanni Calabrese, e il sub commissario alla sanità, Ernesto Esposito, hanno incontrato il commissario dell’Asp di Reggio Calabria, Lucia Di Furia, ed una delegazione dei primari dell’ospedale di Locri accompagnati dal direttore medico di presidio, Giuseppe d’Ascoli”. Lo riferisce un comunicato dell’ufficio stampa della Giunta regionale. “Tante le criticità affrontate dalla delegazione dei sanitari – si aggiunge nella nota – con il presidente Occhiuto, il quale ha ringraziato i medici per il loro lavoro e chiarito alcuni aspetti sull’organizzazione dell’ospedale. Un confronto, definito ‘focus sull’ospedale di Locri’, voluto dall’assessore Calabrese che da anni lotta per il miglioramento della struttura sanitaria della Locride, priorità nella sua agenda politica e che sta trovando risposte nel lavoro portato avanti dal presidente Occhiuto e dall’Asp reggina. Il Governatore, in qualità di commissario della sanità calabrese, ha confermato che si è proceduto a trasmettere ad Invitalia tutti gli atti amministrativi per l’indizione della gara per la progettazione esecutiva della cosiddetta ‘greca’, superando così tutti gli ostacoli che per anni hanno impedito di poter progettare la riqualificazione dell’ospedale malgrado il famoso finanziamento di 15 milioni di euro. Occhiuto ha ribadito, inoltre, l’interesse della Regione per il progetto Nole, portato avanti dall’associazione ‘Angela Serra’ per la riqualificazione di parte della struttura ospedaliera per realizzare un Polo oncologico. Ha, poi, espresso apprezzamento e riconoscenza anche per l’impegno dei cittadini e delle associazioni che hanno contribuito affinché l’associazione potesse mettere in campo gli strumenti necessari per la progettazione esecutiva del nuovo Polo. A breve ci sarà un incontro tra la Regione, i vertici dell’Asp e dell’associazione Angela Serra. Nel frattempo si stanno predisponendo tutte le autorizzazioni per il progetto Nole. Il presidente Occhiuto ha evidenziato inoltre che si sta lavorando per sbloccare e accelerare le procedure per assumere tutto il personale sanitario necessario in Calabria”. “Si è trattato – è detto ancora nel comunicato – di un confronto proficuo e pratico che ha messo in risalto la volontà di cooperare di fronte ai disservizi e le problematiche, offrendo non solo il confronto tra le parti ma, in modo principale, l’impegno a fronteggiare nell’immediato le lacune per garantire il diritto alla salute ai cittadini”. “L’ospedale di Locri – ha sostenuto l’assessore Calabrese – presenta molte criticità ed il lavoro quotidiano e costante che si sta portando avanti deve farci ben sperare perché le ataviche complessità possono e devono essere risolte nell’immediato. Il lavoro messo in piedi dal presidente Occhiuto mira proprio a rendere funzionale i reparti e garantire i servizi alla comunità della Locride”. “Emerge la voglia di far squadra – ha detto, da parte sua, la commissaria Di Furia – e la volontà di proseguire insieme verso la definizione di alcuni interventi che miglioreranno la sanità anche nel nostro nosocomio. Stiamo lavorando spediti ed i vari concorsi espletati ed altri da espletare, alcune determinazioni adottate, i finanziamenti ottenuti ci conducono sulla buona strada, senza tralasciare i problemi quotidiani”. “Al tavolo si è dato atto – si afferma ancora nella nota – che grazie all’importante azione messa in campo dal Presidente Occhiuto e dal commissario Di Furia oggi l’ospedale ha finalmente la copertura di posti di primario e sono state acquistate per quasi tutti i reparti, grazie agli importanti finanziamenti del Pnrr, qualificate strumentazioni diagnostiche. Prima del confronto e dell’intervento dei vari primari, che hanno esposto le criticità che si presentano giornalmente, tra carenza di personale e mancanza di attrezzature, focalizzando anche l’attenzione sull’organizzazione, la commissaria Di Furia, ringraziando la Regione per l’attenzione riservata e plaudendo al lavoro dei medici cubani, sanitari che stanno dimostrando la loro elevata professionalità, ha ricordato che l’Asp sta definendo la riprogrammazione per il controllo dei pacemaker a Locri, con la collaborazione e l’ausilio di altri specialisti ospedalieri. La commissaria ha parlato anche del problema della carenza di pediatri, individuando varie soluzioni possibili. Ha chiesto inoltre massima condivisione per la campagna di prevenzione per lo screening del colon retto, mentre sulle attrezzature ha fatto presente che a Siderno arriverà un mammografo da installare su camper, in attesa di completare i lavori per la Casa di Comunità ( Casa della Salute). Si stanno acquistando sette ecotomografi per Locri ed è stato assunto l’impegno per concorsi per medici a Locri sfruttando intanto le graduatorie di concorsi già fatti per il Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria”.