Migranti morti: Guardia costiera, 43 i corpi recuperati

0
179

I mezzi della Guardia Costiera che stanno intervenendo nel crotonese per soccorrere i naufraghi caduti in mare dopo la rottura del barcone su cui viaggiavano, hanno recuperato due uomini in stato di ipotermia e il corpo privo di vita di un bambino. Al momento, sono state recuperate 80 persone vive e rinvenuti 43 cadaveri lungo il litorale.
La Guardia Costiera, da questa notte, è impegnata lungo le coste del crotonese per soccorrere alcuni naufraghi caduti in mare da un barcone con circa 120 migranti a bordo, che si era infranto sugli scogli a pochi metri dalla costa. La Guardia Costiera di Reggio, che sta coordinando le attività di ricerca e soccorso in mare, ha inviato in zona due motovedette SAR classe 300, provenienti da Crotone e Roccella Jonica, e un elicottero AW 139 dalla base aerea di Catania. Le condizioni meteo in zona sono particolarmente avverse. Le ricerche proseguiranno nelle prossime ore anche con l’impiego di un team di sub della Guardia Costiera di Messina, nonché con mezzi aeronavali delle forze di Polizia che opereranno sotto il coordinamento della Guardia Costiera di Reggio Calabria.