Incontro tra Occhiuto, Princi e il Rettore della Bocconi

0
137

“Al Magnifico Rettore, professor Francesco Billari, illustre figlio di Calabria, per la luminosa carriera che percorre con acume e determinazione, studioso di fama internazionale e punto di riferimento per tanti giovani calabresi che aspirano a realizzare i propri sogni”.

È questo il testo dell’encomio con cui il governatore della Calabria, Roberto Occhiuto, e la vicepresidente con delega all’Università, Giusi Princi, hanno voluto omaggiare il Rettore dell’Università “Bocconi” di Milano, a margine dell’incontro avvenuto ieri pomeriggio negli Uffici del rettorato, alla presenza anche di Carlo Altomonte, professore di Economia presso la Bocconi School of Management, dove ricopre il ruolo di direttore del Piano nazionale di ripresa e resilienza Lab.

“È stato un onore conoscere il Magnifico Rettore – viene affermato in una nota congiunta del presidente Occhiuto e della vicepresidente Princi – con il quale sono stati pianificati percorsi congiunti, che siano parimenti proiettati allo sviluppo del territorio. Quello di oggi è stato un incontro molto proficuo: abbiamo gettato le basi per una collaborazione tra gli atenei calabresi e l’avviato sistema della Bocconi, riconosciuto in tutto il mondo per la sua eccellenza. La discussione a cui ha preso parte anche il docente della Bocconi, professor Altomonte (di origini calabresi), si è incentrata sugli ambiti della ricerca, dell’innovazione, delle start up e dell’alta formazione. L’intenzione della Regione – si afferma – è anche quella di finanziare, nell’ambito della nuova programmazione, oltre che master e dottorati di studio, percorsi di ricerca i cui risultati possano poi concretizzarsi nel contesto calabrese, alla crescita del territorio, valutando anche possibili programmi di convalida industriale che vengano poi ad essere declinati con il coinvolgimento delle imprese calabresi”.

“Si è convenuto –  è scritto nella nota – di procedere prossimamente con un apposito accordo sottoscritto tra Regione, Bocconi e mondo universitario calabrese, parte attiva nella definizione dei percorsi. C’è l’impegno delle parti di lavorare per dare delle opportunità al territorio e ai giovani. E chi meglio del Rettore Billari, le cui radici familiari affondano nella terra di Calabria, può capire quanti sacrifici occorrano per un pieno riscatto professionale e sociale? Ma abnegazione, dedizione e determinazione, valori che egli incarna alla perfezione, sicuramente saranno da sprone per tutti i giovani di Calabria che, sono certa, assurgeranno ad esempio positivo Billari ed i tanti calabresi affermati in Italia e nel Mondo”.

“La sfida della crescita italiana si gioca sui territori – sono le parole del Rettore Billari – Pertanto, dovere delle università è fornire importanti contributi a questa crescita, collaborando anche con le regioni che, come la Calabria, sono in prima linea in questa sfida. La Bocconi vuole fare la sua parte con la formazione, anche contribuendo alla formazione continua delle amministrazioni pubbliche. Sulla ricerca, tra l’altro, già operiamo in un grande partenariato Pnrr che comprende l’Università della Calabria, su temi come l’invecchiamento e la sfida demografica. Dovremo fare sforzi importanti e innovativi per contribuire alla mobilità sociale, coinvolgendo le università, il pubblico e il privato, per consentire ai giovani di poter frequentare atenei come il nostro, magari per contribuire in modo imprenditoriale al proprio territorio”.