Ospedale Careggi il migliore per cuore, altri 4 top su oncologia

0
177

Al primo posto come livello di qualità per l’area cardiovascolare è l’Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi di Firenze, mentre nell’area della chirurgia oncologica le 4 strutture con livello di qualità più alta sono l’Ospedale di Mestre, l’Azienda Ospedale Università di Padova, lo Stabilimento Umberto I G. M. Lancisi (Ancona) ed il Policlinico Universitario Gemelli (Roma). La Regione che presenta invece la proporzione più alta di strutture con livello di qualità molto alto per l’area gravidanza e parto è l’Emilia-Romagna (11 strutture su 17, pari al 65%).
E’ la classifica che arriva dal programma nazionale esiti 2023 (Pne) dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), sulla base di vari indicatori. Una griglia di valutazione che ha permesso di tracciare la mappa delle migliori strutture in Italia per area di intervento.
L’area cardiovascolare, ad esempio, è valutata attraverso 6 indicatori ed è applicata una soglia di volume per struttura per il bypass aorto-coronarico di almeno 360 interventi negli ultimi due anni. Laddove la soglia non venga raggiunta, l’indicatore è valutato come di qualità molto bassa indipendentemente dall’esito. Sul totale di 562 strutture che sono valutate in quest’area, sono solo 55 le strutture con tutti e sei gli indicatori calcolabili.
Di queste, l’Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi di Firenze è l’unica struttura che raggiunge un livello di qualità molto alto; 17 strutture raggiungono invece un livello di qualità alto. Nell’area della chirurgia oncologica, invece, il Pne ha analizzato 3 indicatori ed è stato applicato un vincolo per struttura di almeno 135 interventi annui per il tumore maligno della mammella, di almeno 85 interventi per il tumore del polmone e di almeno 45 interventi per il tumore del colon.
Risultano 116 strutture con tutti e tre gli indicatori ma le 4 strutture con livello di qualità molto alta sono: Ospedale di Mestre, Azienda Ospedale Università di Padova, Stabilimento Umberto I – G. M. Lancisi (Ancona), Policlinico Universitario A.
Gemelli (Roma). Sono invece 28 le strutture valutate con livello di qualità alta.