03 MAG, COSENZA – Gravidanza, riconoscere e distinguere i sintomi
del cosiddetto Baby Blues, fenomeno che si dissolve in pochi giorni e che si
accompagna a tristezza e pianto immotivati, umore instabile, disturbi del sonno
e difficoltà a concentrarsi; dalla depressione post-partum, condizione più
complessa da sottoporre all’attenzione del medico e da trattare in modo
specifico. Rientra tra gli obiettivi di Genitori si diventa, il percorso
multidisciplinare di accompagnamento alla nascita e alla genitorialità promosso
dall’equipe di professionisti de iGreco Ospedali Riuniti che conferma il suo
impegno: promuovere prevenzione primaria per tutti gli aspetti patologici del
prima e dopo gravidanza.

È quanto fanno sapere Maria Cecilia Gioia, psicologa esperta in perinatalità e psicoterapeuta
e l’ostetrica Carla Zupo, tra le professionalità in forze al reparto di ostetricia e ginecologia
della sede operativa Sacro Cuore iGreco Ospedali Riuniti, informando che la nuova edizione,
l’ottava, prenderà il via sabato 15 maggio.

Il senso di solitudine – sottolineano – dovuto alle limitazioni del momento è avvertito un po’
da tutti i genitori in attesa. Dare loro la possibilità di ritrovarsi in quello spazio per poter
condividere delle esperienze e stabilire anche delle relazioni, seppur virtuali, è molto
importante. Confrontarsi su preoccupazioni e paure aiuta a riscoprirsi simili. Il gruppo può
aiutare anche a normalizzare dei pensieri che possono sembrare spaventanti ed unici per
ogni coppia genitoriale ma che poi dal confronto con altri genitori si normalizzano e
diventano, quindi, anche più accettabili.

Le iscrizioni a Genitori si diventa scadono mercoledì 12. Per partecipare occorre scrivere a
percorsodiaccompagnamento@igrecospedali.it. Una volta inviata la mail di prenotazione le
partecipanti riceveranno il modello di autorizzazione al consenso dei dati personali, da
compilare e restituire firmato con le indicazioni sul pagamento.

I temi saranno affrontati con l’equipe formata da psicologi, infermiere ed ostetriche, nel
percorso incentrato su dialogo, confronto ed ascolto, nel corso degli appuntamenti che
avranno una durata di circa due ore e che si terranno sulla piattaforma online Zoom. Ecco,
quali sono: Quando le mamme si ascoltano (psicologa psicoterapeuta); perineo e respiro
(ostetrica); movimento e rilassamento (ostetrica), diventare papà: questione di pancia?
(psicologa-psicoterapeuta; genitori in contatto (ostetrica e Infermiera Pediatrica); il
triangolo si.. l’avevamo considerato?! (psicologa psicoterapeuta), travaglio: come affrontarlo
(ostetrica).