Prosegue il calo dei ricoveri nei reparti di cura (-11),stabili intensive

04 GIU, CATANZARO – Nuovo aumento dei positivi in Calabria. Sono 186 i casi riscontrati nelle ultime ore rispetto ai 104 di ieri con 3.032 tamponi.

Quattro i decessi per un totale di 1.179 vittime dall’inizio della pandemia. A confermarsi è il calo dei ricoveri nei reparti di cura -11 (213) mentre rimane stabile il dato delle terapie intensive (16).
    Aumentano di 24 unità gli isolati a domicilio (8.876) e i guariti sono 169 (57.170). I casi attivi sono 9.105 e quelli chiusi 58.349.
    In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 805.939 soggetti per un totale di 878.457 tamponi eseguiti. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 67.454, quelle negative 738.485. Sono questi i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute.
    I casi confermati oggi sono così suddivisi: Cosenza 72, Reggio Calabria 48, Catanzaro 33, Crotone 17 e Vibo Valentia 16.
    Territorialmente, dall’inizio dell’epidemia, i positivi sono così distribuiti: Cosenza: Casi attivi 6.468 (55 in reparto AO di Cosenza; 13 in reparto al presidio di Rossano;7 al presidio ospedaliero di Acri; 1 al presidio ospedaliero di Cetraro; 0 all’Ospedale da Campo; 7 in terapia intensiva, 6.380 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 16.027 (15.490 guariti, 537 deceduti); Catanzaro: Casi attivi 1.066 (24 in reparto all’AO di Catanzaro; 6 in reparto al presidio di Lamezia Terme; 6 in reparto all’AOU Mater Domini; 3 in terapia intensiva; 1027 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 8.962 (8.823 guariti, 139 deceduti); Crotone: Casi attivi 273 (20 in reparto; 253 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 6168 (6074 guariti, 94 deceduti).
    – Vibo Valentia: Casi attivi 208 (6 ricoverati, 202 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 5226 (5136 guariti, 90 deceduti).
    – Reggio Calabria: Casi attivi 1.028 (56 in reparto all’AO di Reggio Calabria; 14 in reparto al P.O di Gioia Tauro; 6 in terapia intensiva; 952 in isolamento domiciliare); Casi chiusiI 21.624 (21.305 guariti, 319 deceduti).