12 OTT, COSENZA – Il dissesto economico-finanziario del comune di Cosenza è un danno per la città che comporta una serie di disservizi di natura non solo economica, ma anche e soprattutto sociale, lo afferma in una nota Franz Caruso, candidato a Sindaco per la città di Cosenza.

In tema di servizi sociali, ad esempio, – continua Caruso – la media per abitanti/residenti sul tema degli asili nido accentua la disparità tra Nord e Sud del Paese e anche Cosenza, purtroppo, occupa i primi posti degli ultimi in tema di servizi alle famiglie. 7 posti ogni 100 residenti, ben sotto la soglia del 33%, il dato della nostra città. Mentre una parte del Paese prosegue nell’avvicinamento all’obiettivo posto dall’Unione Europea di 33 posti per 100 bambini con meno di tre anni, il Mezzogiorno fatica a raggiungere gli standard. Un dato che ci preoccupa per la portata che ha sulle future generazioni, gli asili nido sono luoghi di socializzazione dei più piccoli e rappresentano un baluardo di civiltà per una città. D’altro canto, è dimostrato come un asilo nido rappresenti, per i bambini e le bambine uno strumento efficacissimo di riduzione delle diseguaglianze di ingresso nel sistema scolastico ed un investimento fondamentale per prevenire la dispersione scolastica. Il contrasto alla povertà educativa inizia dall’asilo nido – conclude Franz Caruso – e Cosenza2050 sarà impegnata in prima linea per dare risposte concrete e tangibili a questo annoso problema.