Mercoledì prossimo, 15 dicembre, alle ore 17:00, presso l’Auditorium della Casa della Musica di Cosenza, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale e la fattiva collaborazione del Conservatorio di Musica “Stanislao Giacomantonio”, l’associazione culturale ‘Confluenze’ presenterà il libro del giornalista Saverio Simonelli, “Cercando Beethoven” (pubblicato da Fazi Editore), famoso anche per essere il primo romanzo avente come protagonista Ludwig van Beethoven.

Scritto da Simonelli, in occasione del 250° anniversario dalla nascita del compositore di Bonn, la trama presenta un ritratto intimo e commovente di un uomo che ha cambiato per sempre la storia della musica.

A dialogare con l’autore ci saranno il Maestro Francesco Perri, direttore del Conservatorio Statale di Musica “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza, e la giornalista de “Il Mattino” di Napoli, Donatella Trotta, autrice e curatrice di libri.

Dopo i saluti della presidente di Confluenze, Francesca Daniele, e del sindaco della Città di Cosenza, Franz Caruso, l’evento culturale, che rientra nella programmazione del cartellone delle iniziative solidali a cura del CSV Cosenza, “Tutto un altro Natale”, sarà introdotto e coordinato dal giornalista Valerio Caparelli,

“L’atteso incontro con lo scrittore – si legge in una nota – sarà aperto dal virtuosismo pianistico di Nino Mario Pasqua, che eseguirà una prima parte della Sonata per Pianoforte n.21 Op. 53 in Do Maggiore (comunemente chiamata Waldstein o L’Aurora), mentre la seconda parte della nota composizione verrà eseguita alla conclusione dei lavori del talk. La prosa di Simonelli ha il sapore dolce di un romanzo classico, fatta di parole ricche e delicate che scorrono fluidamente tra le pagine del libro, restituendo al lettore un mosaico di descrizioni, personaggi e riferimenti culturali di grande interesse.

Dal componimento narrativo emerge un affresco ricco di contenuti, culturalmente vivace e arricchito da splendide sinfonie in cui immergersi, che sarà un piacere riscoprire grazie alle parole del suo stesso compositore”.

A mettere in evidenza alcuni passaggi dell’opera sarà l’attore Carmelo Giordano, socio di Confluenze, che nel corso dell’incontro darà lettura di alcuni brani.

Agli appassionati della cultura dell’epoca, che prenderanno parte all’appuntamento con l’autore, non sfuggiranno, invece, i decisi accenni alle personalità più note del tempo: dal poeta Novalis a Mozart, che viene citato spesso come termine di paragone per la musica, ben più estrosa e imprevedibile di quella di Beethoven.