Valorizzare il campus, dando ‘voce’ ad alcuni suoi spazi. È questo l’obiettivo del progetto “Il campus delle arti – i muri possono parlare” che l’Università della Calabria ha lanciato nel mese di novembre, con un bando rivolto a tutti gli artisti che studiano, abitano e lavorano nel campus per la realizzazione di tre murales che riqualificheranno altrettanti spazi del Polifunzionale, cuore storico dell’ateneo.

“Ciascuna opera – si legge in una nota stampa – rappresenterà anche un’occasione di riflessione su temi ed emergenze del nostro tempo e dovrà essere ispirata a uno dei 17 obiettivi di Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, dal contrasto alle disuguaglianze all’impegno per consumi responsabili, dalla lotta al cambiamento climatico alla promozione di una crescita economica davvero inclusiva”.

Le aree su cui gli artisti opereranno sono adiacenti a strutture del Dipartimento di Farmacia. Le prime due pareti si trovano, rispettivamente, alle spalle della gradinata antistante la direzione e accanto alla scala che da lì porta all’aula circolare, mentre la terza è nei pressi dell’ingresso ai laboratori.

“Spazi che accusano i segni del tempo e, a volte, degli atti vandalici – si legge ancora nella nota -. Luoghi di passaggio, spesso distratto, che potranno rigenerarsi grazie alla creatività e all’impegno civile di chi vive il campus per studio o per lavoro, acquisendo nuovo valore e diventando patrimonio comune. Le proposte progettuali saranno valutate da una commissione che prenderà in considerazione la qualità dell’intervento pittorico, la coerenza in rapporto agli obiettivi del progetto, l’esperienza dell’artista”.